Il Ripostiglio

Disporre di un ripostiglio è davvero utile e prezioso. Se hai la fortuna di vivere in una casa con lo stanzino di servizio non dimenticare di eliminare anche lì gli accumuli, valgono le stesse regole di selezione e organizzazione delle altre stanze. La tentazione di buttarci dentro alla rinfusa qualsiasi cosa è sempre forte ma, credimi, non vale la pena cedervi. O meglio, può capitare che la fretta di porta a fare le cose senza criterio, ma il mio consiglio è di non trascurare questo piccolo angolo che può farti gioco nell’economia delle gestione degli spazi della casa. Quindi periodicamente dedicati a un rapido check sulla base del metodo del MetaRiordino. Il ripostiglio ne ha sempre tanto bisogno, te lo dico per esperienza!

Ripostiglio - Riordino della casa - Clara Romanelli

Sfrutta il ripostiglio al meglio

In base alla collocazione, se vicino la sala da pranzo o nella zona notte, questo stanzino può essere utilizzato per contenere diversi oggetti e mobiletti. A prescindere dalla sua grandezza ricorda che l’ottimizzazione dello spazio ti consentirà di renderlo funzionale e rispondente alle tue esigenze. Può essere uno spazio anche molto strutturato e contenere un freezer o un frigo dedicato ai vini, lavella per bucato, lavasciuga, credenze e cassetti ma anche scope e aspirapolvere, sedie pieghevoli per gli ospiti, prodotti per la pulizia della casa, confezioni d’acqua, attrezzature sportive e molto altro.

Decidi tu cosa può contenere in base alle necessità degli abitanti della casa. Se magari hai tanti abiti puoi utilizzarlo come cabina armadio aggiuntiva e delocalizzata. In questo caso, ovviamente, lo utilizzerai per riporre i vestiti indossati meno frequentemente. Insomma non hai limiti, utilizza la fantasia e il senso pratico. La vita cambia e le vecchie abitudini lasciano il posto a quelle nuove e anche il ripostiglio va ripensato e adattato in base alle nuove necessità se occorre.

 

Manutenzione e emergenze

Kit per la manutenzione e per le grandi pulizie (idropulitrice, olio per serrature, vernici, ecc.) o attrezzature per le emergenze (ad es. pale per la neve, candele, torce, ecc.) non si utilizzano spesso. Quando cerchi utensili, elettrodomestici e minuterie devi sapere esattamente dove sono, devono essere tenute a vista o devono essere archiviate con logica. Il ripostiglio deve essere accessibile e particolarmente razionale dal punto di vista della disposizione. Una cattiva abitudine è impilare maldestramente oggetti e elettrodomestici per poi scoprire che si sono danneggiati e, all’ultimo, risultano inutilizzabili proprio nel momento del bisogno. Mi è capitato di trovare nello stanzino di servizio di un mio cliente una maxirtorcia da utilizzare per i black out e per il campeggio. L’abbiamo riesumata sotto alcuni pacchi di vecchi elenchi telefonici. Oltre alla mia perplessità sul conservare elenchi telefonici cartacei di 6 anni fa mi sono trovata davanti alla costernazione del mio cliente quando si è reso conto che la torcia si era rovinata perché era fuoriuscito l’acido dalle pile. Praticamente da buttare! Ebbene sì, le pile vanno tolte se l’uso dell’oggetto è davvero sporadico e occasionale.

 

La soddisfazione di un ripostiglio ben organizzato è unica!

Una casa organizzata è bella da vivere, si evolve e cresce insieme a chi la abita. È più semplice badare all’igiene e diventa un luogo confortevole per mente e corpo. Lo sgabuzzino non deve essere da meno, nessuna parte della casa deve contenere scheletri nell’armadio, neanche un singolo cassetto. Il contenuto deve essere selezionato e adeguato, senza creare ingombri o difficoltà di passaggio. L’illuminazione è importante, valuta l’utilizzo di lampade a muro, faretti o quelle a sospensione. La luce non deve affaticare la vista. Pochi e sensati accorgimenti per approfittare di uno spazio, spesso, non utilizzato fino in fondo.

La gioia e la soddisfazione di aprire il ripostiglio e trovare tutto subito è impagabile!