Cos’è il Decluttering?

Leggerezza e libertà

Queste parole ti comunicano un senso di benessere? Probabilmente sì.

Questi due concetti sono alla base del decluttering. Cos’è il decluttering? Sicuramente è una “buzzword” cioè una di quelle parole di tendenza che spesso vengono fraintese o usate impropriamente. A tal proposito voglio fare chiarezza perché il decluttering è per me uno strumento importante e…bellissimo

Meriti di star bene

Cos’è il Decluttering? Elimino tutti i giri di parole inutili (n.b.: sto già facendo decluttering), non ci giro intorno, ti dico subito di cosa si tratta. Il decluttering è una pratica che ti permette di alleggerire tutto l’ambiente intorno a te buttando ciò che non ti serve. Fare spazio e ottimizzare un ambiente fisico al fine di renderlo funzionale e su misura per te è sano e necessario. 

Decluttering per stare benePerché è importante per la tua vita?

Il  decluttering è una pratica fondamentale perché ti aiuta a vivere nel presente.

Tutto ciò a cui tieni e che hai accumulato nel tempo non necessariamente rispecchia ciò che sei ora perciò è necessario che quello che non ti serve venga eliminato dal tuo raggio visivo. Semplificare per non lasciarti confondere dal superfluo è davvero incredibile perché ti regala una nuova prospettiva. Puoi inoltre osservare come la chiarezza di idee sia determinante anche nelle relazioni interpersonali poiché ritrovi il tuo equilibrio e prendi contatto con ciò che ti occorre e che realmente ti corrisponde. 

Il decluttering agisce in maniera consapevole sulla tua parte inconsapevole:

inconsciamente vedi tantissime immagini ogni giorno che il cervello legge e interpreta senza che te ne rendi minimamente conto, nel frattempo la nostra parte irrazionale codifica e sente. Un semplice esempio: immagina di avere ancora appeso alla parete il calendario 2018, inconsciamente questo è un ostacolo al qui e ora perché ti porta a non vivere agevolmente nel presente come sé già non ci confodessimo abbastanza, Senza presa di coscienza non riesci ad organizzarti e cristallizzi il tuo modo di essere.

Come iniziare?

Fare decluttering non vuol dire necessariamente buttare via tutto, infatti è necessario valutare gli oggetti con attenzione. Un aspetto importante da considerare: una volta operata la selezione sulla base di determinati criteri per fare spazio non necessariamente devi buttare le cose infatti puoi anche scegliere di regalarle se ti fa sentire meglio. È un distacco meno sofferto e più ragionato e rimane sempre un’ottima soluzione.

Un primo passo può essere proprio quello di scrivere due liste una per gli oggetti da buttare e una per quelli da regalare. Puoi anche darti dei piccoli obiettivi quotidiani e indolore e cioè gettare via una cosa al giorno, anche perché accumulare è davvero facilissimo e quasi sempre non te ne rendi conto.

Creare armonia, consapevolezza e avere sotto controllo la propria vita crea un ambiente sereno e di conseguenza un’esistenza equilibrata e piacevole. Il processo di eliminazione del superfluo non è un gioco da ragazzi per questo è consigliabile lasciarsi affiancare da una figura professionale poiché diventa più semplice gestire il tutto. Da donna posso dire che per me è più penoso fare la cera dall’estetista piuttosto che fare decluttering con metodo; con la differenza che il decluttering dura nel tempo mentre con la cera, dopo una decina di giorni, si ricomincia tutto da capo. Questa pratica di liberarsi di oggetti vecchi o inutili è una forma di pensiero che ti orienta nel quotidiano e ti permette di affrancarti dagli schemi che bloccano la vita pratica di ogni giorno. Il decluttering è prima di tutto una “visione chiara delle cose”.

Cosa devo eliminare?

Ok, ma cosa è possibile fare? Come puoi procedere? La chiave è non cosa devi eliminare ma cosa vuoi eliminare perché sei tu a decidere come vuoi che sia la tua vita. Bisogna scegliere in prima persona ma ciò non toglie che puoi adottare e fare tuoi metodi di decluttering che trovi convenienti per la riuscita di questa importante missione. Ricorda che non c’è uno standard, ci sono delle linee guida e dei criteri su cui puoi ragionare per iniziare ad entrare mentalmente nell’ottica del “semplicemente meno”. Pensa a quanti oggetti praticamente senza senso occupano il tuo spazio vitale: dai vecchi floppy disc alle matite troppo corte. Piccoli oggetti ma anche oggetti più voluminosi come ad esempio quel vecchio vaso che hai in casa: magari è lì da sempre e non non lo hai mai utilizzato o spostato e a guardarlo bene è anche parecchio brutto. 

Chiediti perché quel vaso è ancora lì.

il MetaRiordino di Clara Romanelli ti cambia la vita

 

PROVA A TOGLIERE IL TAPPO ALLA BOTTIGLIA

 

Cosa succede se “togli il tappo alla bottiglia”? 

Fare pulizia ti sblocca a livello mentale e rende possibile cambiamenti, prese di coscienza e puoi meglio aprirti a inaspettate e meravigliose circostanze che ti portano opportunità che sarai in grado di cogliere grazie alla nuova predisposizione mentale.

Il decluttering ti fa riappropriare del tuo tempo libero.

 

Non è mai troppo presto, o troppo tardi, per iniziare ad alleggerirti. 

Parti con un semplice progetto: pondera, valuta e liberati di qualcosa ogni giorno, 

poi mi dirai…